Visit our archive

MAT2020, dal numero di maggio 2016:  “Nel precedente numero di MAT 2020 Mauro Selis, nella sua rubrica dedicata agli intrecci tra psicologia e musica, citava Raffaele Mazzei e il suo album “Dentro Edipo”, del 1980. Incuriosito da ciò che mi ero perso, o più semplicemente dimenticato, ho provato a ricostruire un po’ di storia, e per non sbagliare – e per sapere qualcosa di più rispetto alla tracce del passato – sono risalito alla fonte e ho posto qualche domanda al diretto interessato. Ciò che ne emerge è un quadro preciso, quello di un cantautore un po’ fuori dagli schemi, nato forse fuori tempo massimo per accodarsi alla visibilità degli artisti dei seventies, ma questa, si sa, è la storia di tanti, e riguarda molti altri generi musicali.”

L’intervista

Vorrei partire dalla genesi della tua storia musicale, toccando le date significative del tuo percorso sino ad oggi: possibile sintetizzare tutto quello che hai realizzato?

Rispondere è impresa ardua in quanto non vorrei essere autoreferenziale. Comunque ci provo. Scremando e andando ad una sintesi estrema cito i miei album: 1980 Dentro Edipo (Divergo distr. Polygram) e Il Nibbio (DDDdistr. CBS) del 1984, arrangiato da Alberto Radius. Il brano Costa dell’Est, del 1984, fu inciso con buon successo dal gruppo dei Nomadi.
Poi la canzone, Dentro un sogno, che ha vinto nel 1998 il Premio Ivan Graziani. Ultimo ma non ultimo, il pezzo Da quanto tempo, scritto in collaborazione con Luca Lattanzio, che ha vinto nel 2008 il Premio “La ragazza di Benin City”. ll riconoscimento, nelle precedenti edizioni, è stato attribuito all’On. Paolo Ferrero, a Don Ciotti, a Laura Maragnani, a
Tony Capuozzo e a Don Benzi.

Come accaduto a molti, la tua espressione cantautorale è emersa nel periodo sbagliato, al limite tra una fine di un periodo e un inizio di qualcosa di nuovo: quanti rimpianti hai per non esserti trovato al posto giusto al momento giusto?

Tanti e nessuno. L’ho capito (quasi) subito che gli anni ’80 non erano proprio il periodo ideale per affermare la propria identità dicantautore. In quegli anni “montavano” il disimpegnoe il “riflusso”, come antitesi ad un…

Continua a leggere il Pdf dell’articolo scaricandolo qui Intervista_Raffaele_Mazzei_Mat2020

conte

Per iscriversi alla Rivista http://www.mat2020.com/imlogin.php?loginstatus=-3.